LA NOSTRA STORIA
  DOVE TROVARCI
  PERCHE' LA RADIO
  CONTATTACI
  SISTEMI WIRELESS




 

Potenzialità della Radio

La radio è uno strumento tutt’oggi importantissimo e affascinante che ha una serie di vantaggi utili nei momenti difficili e soprattutto in casi di emergenza:

  • La radiocomunicazione, anche a distanze che si possono considerare elevate,(migliaia di Km) ed in tempi così brevi, avvengono ad un costo (di apparecchiature ed energia impiegata) praticamente insignificante se paragonata ad altri metodi;
  • Laddove, dovesse mancare la fonte di energia usuale per alimentare le apparecchiature, la tecnologia attuale mette a disposizione fonti di energia alternative trasportabili e rinnovabili (batterie, pannelli solari, ecc.);
  • La radiocomunicazione effettuata da un solo trasmettitore può essere ricevuta contemporaneamente da tanti ricevitori opportunamente sintonizzati con esso.

Durante gli eventi di emergenza, uno dei primi problemi da affrontare è ripristinare i sistemi di comunicazione.

Solitamente, nei casi di emergenza “Non gravi”, si verifica la seguente situazione:

  • Saturazione della rete GSM (telefonia cellulare), ma linea telefonica fissa funzionante;
  • Mancanza di copertura della rete telefonica GSM per “Zone d’ombra” e possibile non copertura della rete di comunicazione radio civile;
  • I Mass Media locali (Tv e Radio), possono avere seri problemi.

In caso di gravi calamità le comunicazioni telefoniche tradizionali, spesso, vengono a mancare sia
perché non più funzionanti sia perché intasate dal traffico; in sintesi:

  • La rete GSM “collassa” e non è più utilizzabile;
  • La rete telefonica diventa rapidamente “Satura” e spesso inutilizzabile;
  • I Mass Media, se ancora funzionanti, probabilmente sono ricevibili solo da poche persone delle zone interessate.

Restano sempre utilizzati i dispositivi satellitari, le radio militari e le reti radio civili, sempre che i dispositivi “Ripetitori” siano alimentati elettricamente in maniera autonoma.
A questo punto la necessità di disporre di canali alternativi di comunicazione diventa impellente ed
irrinunciabile, in considerazione del fatto che le squadre di soccorso, operanti sul territorio del
sinistro, hanno la necessità di poter comunicare tra loro, con le proprie basi e con le altre istituzioni
al fine di svolgere al meglio il loro compito.

E’ evidente, quindi, che in situazioni d’emergenza, il ruolo delle radio trasmissioni è fondamentale e che nello specifico servono a:

  • Collegamenti tra le strutture di comando e quelle di controllo, operanti sul posto dell’emergenza;
  • Collegamenti con le singole unità operative;
  • Collegamenti tra i vari enti pubblici.

Non dobbiamo inoltre dimenticarci che la radio è uno strumento utile alla nostra sicurezza.
La possibilità di comunicare con altre persone in molti casi può aiutarci a uscire di potenziale pericolo oppure a chiamare i soccorsi. Non sempre il telefono cellulare ha copertura.

È opportuno rammentare che le frequenze radio, sono usate, in tutto il mondo, per un’enorme quantità di servizi.

In maniera generica, possiamo dire che, a secondo della frequenza utilizzata, si possono ascoltare stazioni lontane migliaia di Km (per le frequenze chiamate HF); oppure solo stazioni locali operanti in raggio molto minore (per le VHF – UHF - SHF).
In passato i sistemi radio venivano costruiti per essere utilizzati da una sola organizzazione, con la conseguente limitazione di non poter comunicare tra operatori del soccorso di differenti organizzazioni o enti.
Oggi sempre più va "globalizzandosi" anche il sistema radio che viene proposto da aziende all'avanguardia nelle telecomunicazioni, con l'apertura di nuove possibilità più rispondenti alle necessità di soccorsi coordinati e svolti da più enti.
Ciò è possibile pur mantenendo la possibilità di comunicazioni sicure per i corpi di polizia, con reti virtuali ma condivise, lato infrastrutture, con gli altri enti.

Basti pensare a i collegamenti analogici, ancora attivi, tra radio delle ambulanze e le sedi della questura o dei vigili del fuoco, utili spesso negli incidenti stradali per comunicare e allertarli prima dell'avvento dei telefoni cellulari.

Di fatto l’utilizzo di  una rete radio consente di avere comunicazioni end-to-end, cioè da un singolo apparato ad un'altro singolo apparato, o comunicazioni a gruppi in modo da far ascoltare a tutto il personale coinvolto in operazioni di soccorso o di polizia le comunicazioni di ciascun componente.


Possiamo così sintetizzare i punti di forza della radiocomunicazione:

  • Efficienza globale dei sistemi radio (in tempo, spazio, frequenza) e ottimizzazione nell’uso
    dello spettro. Ovvero legame dei concetti rilevanti delle comunicazioni (accesso multiplo,
    diversità, codifica, modulazione, MIMO, MAC…) con l’efficienza globale del sistema e loro
    relazione con le caratteristiche degli ambienti propagativi (interferenze, cammini multipli,
    mobilità,…);
  • Modelli di propagazione (per le diverse frequenze e i differenti ambienti propagativi), al fine
    di determinare l’impatto dello scenario sulle prestazioni;
  • Approfondimento sistemistico degli standard, con problematiche d’efficienza nell’uso dello
    spettro e di qualità globale del sistema (quanti utenti, capacità media per utente, quanti siti sul territorio, costi di implementazione, ecc.);

Proprio per questo le radio diventano spesso  l’elemento chiave per risolvere le difficoltà di comunicazione che si possono presentare.
Inoltre questo strumento è studiato per ridurre i costi di ingegnerizzazione e di installazione.
Sono proprio i nostri clienti a confermare che riscontrano, nell’utilizzo del prodotto, un’affidabilità molto alta e la semplicità nell’ implementazione della rete - qualora questa si renda necessaria – e, di conseguenza, riconoscono che queste soluzioni contribuiscono in larga parte a un grande ritorno d’investimento.
Sono nostri Clienti Amministrazioni Comunali, Enti, Parchi, Istituti di vigilanza privata, Società di costruzioni, Autonoleggi con conducente, Servizio di ambulanze private.

I nuovi prodotti, in particolar  modo  digitali, sono estremamente semplici da usare e garantiscono agli utilizzatori una migliore operatività in ambienti con un alto tasso di interferenze, consentendo così la possibilità di poter  raggiungere una maggiore distanza tra le radio.

Effettuando un confronto con la rete cellulare è opportuno precisare che la copertura territoriale di questo servizio può subire variazioni anche importanti e di carattere sia temporaneo che permanente, a causa di fattori geografici, climatici e tecnici; di conseguenza gli operatori telefonici non possono garantire che il servizio stesso sia accessibile in uno specifico momento e in ogni località.

Anche perché, poiché sussistono aree di copertura non ottimali proprio a causa della conformazione del territorio medesimo, che non consente di intervenire in maniera efficace, il servizio cellulare non può assicurare il servizio al 100%, mentre l’utilizzo di ponti radio può essere la soluzione ottimale per superare queste difficoltà.

In sintesi la Radiocomunicazione combina alta affidabilità, ottime performance e una elevata sicurezza delle trasmissioni.


© 2013 Telestar System - Via dell'Aeroporto, 145 ROMA - Tel. +39 06 76.50.58 - Cod. Fiscale/Partita IVA: 10669421009
Applicazione realizzata e gestita da www.lapoweb.it